Offerte estate 2015 in Calabria, le buone occasioni da prendere al volo

Il ponte di Giugno in Calabria, non viene visto solo come la festa della repubblica

Il ponte per la festa della repubblica in Calabria, è l'occasione ideale per visitare questa splendita regione nel mese di giugno

Di certo da vedere e visitare durante il ponte di giugno vi è Praia a mare
Con 6.277 abitanti, Praia a Mare è un popoloso villaggio di contadini e pescatori, sorto sulle spiagge strette dal fiume Noce, che a nord segna il confine con la Basilicata, e lo sperone roccioso oltre la pianura del fiume Lao.
Con alberghi e villaggi, è una delle più conosciute e frequentate località turistiche della costa tirrenica calabrese. Tra rigogliose piantagioni di cedri, la cittadina si allunga su uno dei tratti più belli di tutto il litorale. Nella più vasta delle caverne che si aprono sopra l’abitato si trova il Santuario della Madonna della Grotta, cui si accede attraverso una lunga scalinata. Dall’ingresso della grotta, in cui sono stati rinvenuti resti di insediamenti del Paleolitico, e da alcune balconate vicine, meravigliosa è la vista sulla costa e il mare.
Praia a Mare vanta il Museo Comunale, che ospita una raccolta permanente d’Arte Moderna e Contemporanea ed il cosiddetto Fortino, un palazzo risalente al XVI secolo, edificato probabilmente per la difesa del litorale costiero.

Suggeriamo, inoltre, la Riserva Naturale Marina di Capo Rizzuto
L’area naturale marina di Capo Rizzuto è stata una delle prime ad essere istituita in Italia e tutela un tratto di costa marina di grandissimo interesse e non solo per il ricchissimo mondo sottomarino. L’area protetta si estende tra Capo Donato e Capo Vercilio, su 14.343 ha e offre una grande varietà di ambienti sottomarini, comprese una estesa prateria di posidonia, vera e propria foresta sottomarina e una scogliera sommersa che offrono cibo e rifugio ad una fauna marina molto interessante. Donzelle, castagnole, tordi, salpe e saraghi nuotano presso la posidonia, mentre tra gli scogli si nascondono grandi cernie, murene e polpi e si trovano attaccati alla roccia patelle, pomodori di mare, spirografi e spugne. Nella riserva marina è presente anche il pesce pappagallo, una specie tipica di marini ben più caldi e un celenterato, la Cladocora caespitosa, con quattro varietà, la typica, la palmayeri, la stellaria, la astrearia, che forma magnifici banchi di madrepore. Dal mare aperto si avvicinano alla costa anche grandi pesci pelagici, come le ricciole. Il promontorio di Capo Rizzuto è l’affaccio sullo Ionio del Marchesato: un tempo ricoperto da grandi foreste è oggi assediato dalle costruzioni, ma conserva ancora un ricchissimo patrimonio storico archeologico, che comprende il suggestivo castello di Le Castella, gli insediamenti preistorici di Capo Piccolo e il luogo di culto di Capo Colonna, del V secolo a.C..