Offerte estate 2015 in Calabria, le buone occasioni da prendere al volo

Le vacanze piene di relax e godendo del benessere che solo la Calabria fornisce

Vacanze in Calabria, quest'anno meta ideale per chi predilige le vacanze esclusive che restano un sogno per molti.

Le rive esclusive della Calabria sono luoghi di storia e di leggende, ma anche e soprattutto luoghi di grande turismo balneare, villaggi esclusivi, oasi di pace che permettomo vacanze davvero piene di benessere e relax.
Di grande fascino il Tirreno, da Praia a Mare nelle cui acque si erge l’isola di Dino, a Scalea, Cirella, Diamante, Belvedere Marittimo, Sangineto, Cetraro, Acquappesa, Guardia Piemontese, Fuscaldo, Paola, S. Lucido; e ancora Amantea, fino
al Golfo di S. Eufemia.
Collegate dall’autostrada vi sono poi le perle del turismo internazionale come Pizzo, Tropea, Ricadi e Nicotera, a mezza via tra il Golfo di S. Eufemia e il Golfo di Gioia Tauro. Ancora sul Tirreno, andando verso Reggio Calabria, la Costa Viola, laddove viola è il colore del mare e di viola si tinge l’aria al tramonto.
Sulla Costa Ionica, le spiagge bellissime e assolate, segnano le tappe dell’affascinante storia calabra: Bova, Roghudi, Roccaforte del Greco, Condofuri, con i loro centri collinari, un tempo riparo delle popolazioni dalle incursioni saracene. Risalendo lo lonio, l’epopea magnogreca si intreccia con i successivi caratteri bizantini: Locri, Gerace, Caulonia, Riace, patria dei mitici Bronzi, Monasterace, Punta Stilo, Guardavalle, Soverato, Copanello, Squillace — patria di Cassiodoro — Capo Colonna, Crotone, la città di Pitagora, Cirò terra del vino degli olimpionici magnogreci, Punta Alice, fino alla magnifica Sibari.

Per chi ama i prodotti naturali esclusivi calabresi dobbiamo segnalare i fighi.
In Calabria, in particolare, il frutto viene raccolto e trattato con i guanti bianchi, sì da farne delle specialità esclusive, i prodotti tipici calabresi, giusto per garantire il vero prodotto indigeno di quelle terre; qui i fichi vengono, infatti, raccolti al giusto punto di maturazione, allorquando il caldo sole del mese di agosto ha compiuto per benino il proprio compito; in particolare, si scelgono quelli dalla buccia opaca e polpa morbida, dunque più tenera e dolce, e staccandoli dall’albero con il relativo peduncolo.