Itinerari ed escursioni provincia di Cosenza


Itinerario e visita a CERCHIARA DI CALABRIA - Cosenza



Da visitare e da vedere

Centro storico
Il Castello feudale trecentesco (di cui oggi restano solo ruderi) fu il primo insediamento, mentre il Borgo costituì il primo nucleo abitato fuori la Rocca. Il Borgo, nato attorno all'antica chiesa bizantina di S. Giacomo, cominciò a sorgere con piccole case in maggioranza a piano terra e di un solo vano. Strade strette e ciottolate, case unite a filari interrotti da strettissimi vicoli detti "vinelle " atte a consentire un attraversamento più rapido dell'abitato e lo scorrere delle acque piovane. L'urbanistica è quella caratteristica dell'epoca medievole. Le abitazioni sono ricche di logge, scale esterne, pareti sporgenti ed accostate il più possibile se non legate tra loro, tutte raccolte attorno ad edifici comuni quali le chiese. Con il fiorire di arti e mestieri iniziarono a sorgere i primi palazzi borghesi con archi, capitelli, davanzali e soglie di balconi di fine fattura.

Santuario S.S. Maria delle Armi
Un insieme armonico di fabbriche del 1440 appesa sulla roccia a 1100 mt. S.l.m. dove è venerata la Madonna delle Armi. Dal greco Ton Armon, delle grotte, esso è sito nei luoghi dell'ascetario del monachesimo eremitico dell'VIII° sec. Nato in seguito alle persecuzioni iconoclastiche. Luogo di singolare belleza e di ascetismo, permette un contatto diretto con il divino. Eccezionali sono le opere d'arte quale il portale d'ingresso alla Chiesa, fine 1600, in pietra locale con colonne scanalate e porta in legno con intagli del 1570; la porta di accesso alla sacrestia della stessa epoca, in legni intagliati a pannelli con disegni geometrici e lo stemma dei Pignatelli. La decorazione in marmi policromi dell'altare ed il rivestimento in marmi della grotta ad opera di artista fiorentino databile intorno al 1700





Santuario S.S. Maria delle Armi


Chiesa di San Giacomo Maggiore
Una delle più antiche chiese della diocesi di Cassano, di epoca bizantina si sviluppa a croce greca orientata ad est ma denuncia uno stile romanico. Da ammirare è l'altare della cappella del Santissimo crocifisso, scolpito sul posto da un artista toscano e ricavato dalla pietra marmorea delle cave di Cerchiara, l'altare è sormontato da un grande crocifisso seicentesco in legno massiccio. Di notevole interesse artistico i dipinti, tutti a cavallo tra il 1600 e il 1700, Gloria di Santa Barbara, Presentazione al Tempio di Maria, Visitazione, Madonna di Costantinopoli.

Chiesa di San Pietro Apostolo
Di epoca bizantina, si sviluppa in forma rettangolare, conserva, anche a seguito di recenti restauri, preziose opere d'arte del XVIII° sec. Di scuola napoletana e di autori locali. In particolare: Altare intagliato in legno barocco e decorato in oro; San Pietro in Vincoli, attribuibile alla scuola Napoletana del 1700; Statua di San Bonifacio scolpita in legno.

Palazzo della Piana
Costruito dai Principi Pignatelli intorno al XVII° sec..

Offerte estate in Calabria nel 2018, le buone occasioni da prendere al volo