Itinerario e visita di Spezzano Albanese a San Cosmo Albanese

Vacanze in Calabria, Turismo a Cosenza, provincia da scoprire.

Partendo dal comune di Spezzano Albanese, si consiglia di imboccare l'autostrada A3, verso sud, e dopo pochi km uscire allo svincolo per Tarsia. Percorsi pochi km ecco il lago di Tarsia, riserva naturale istituita dalla Regione Calabria, con l'obiettivo di salvaguardare un'area che, nella parte orientale del lago, presenta un magnifico esempio di macchia mediterranea incontaminata e scarsamente antropizzata. La parte valliva offre ospitalità a molti uccelli migratori alcuni dei quali nidificanti: gru, aironi cenerini, germani, gallinelle d'acqua, svassi. Visitata Tarsia, dove presso la Biblioteca Naturalistica Calabrese, via Garibaldi,4 tel. /0981) 413841, si possono chiedere informazioni sulla riserva "Lago di Tarsia", si ritorna sulla statale 106 per deviare, poi, su Terranova di Sibari. Da Terranova quindi verso Cantinelle, sempre sulla S.S.106, da dove, ritornando indietro, il percorso si snoda attraverso tre paesi albanesi (San Giorgio, Vaccarizzo, e San Cosmo).Gli albanesi che continuano ad essere chiamati col nome che avevano nel loro paese di origine "Arberesh" sono particolarmente legati alle loro tradizioni e alcuni paesi conservano tutt'oggi la lingua e i costumi.


Il costume Albanese
Il più significativo fattore di coesione nella gran parte delle Comunità arbeshe rimane lo splendido costume di gala "Ilmbahador" (risplendente).Del costume, esaltano la sua bellezza, l'eleganza e la ricchezza delle decorazioni (galloni a trine ricamate in oro) in alcune sue parti come il xhipùm e la kèza. Il costume Ilmbhador veniva indossato dalle donne durante le feste religiose importanti, e avvenimenti particolari; oggi lo si ammira in alcune feste tradizionali come le vallje e raduni folk.

FOLKLORE E GASTRONOMIA NEI PAESI ALBANESI

Le Vallje

Le Vallje troverebbero somiglianza nella danza Pirrica dei Greci ed in quella Illirica, e consiste in una ridda composta da fanciulle che tenendosi per mano o per le estremità di sedici fazzoletti, formano una lunga fila, alle cui estremità si trovano due giovani, uno dei quali sventola la bandiera. La Vallja così composta gira disegnando un circolo ora una spirale mentre si cantano inni patriottici o versi improvvisati". La Vallje si rinnovano attualmente nelle Frascineto-Eianina e Civita, in occasione della settimana Santa "Jawa e Madhe", in altri centri comunità di durante avvenimenti particolari.



Gastronomia

La cucina albanese è molto semplice ma saporita per gli aromi speciali usati. Fra i primi piatti si segnalano: dromesat (pasta fatta con grumi di farina cucinati direttamente nei sughi), shtridhelat (tagliatelle con una particolare lavorazione cucinate con ceci e fagioli). Molto usata la carne di maiale ma anche le altre carni: perzie di mishesh arbesh (misto di carne: capretto, agnello, pancetta di maiale), kagiq me patana (capretto con patate), macakorda (coratella di capretto). Ottime le frittate: veze petul di cicoria, cardi selvatici, scarola e cime di capperi; la minzetra uligne me bath (fave secche ed olive). Fra i formaggi ricordiamo: djathe (pecorino), filicat (giuncata), gjize (ricotta) e fra i salumi: saucice (salsiccia), ndule (salsicciotto), e supersate (soppressata). Grande uso di dolci nelle grandi ricorrenze: kanarikuj (grossi gnocchi bagnati nel miele), kasolle me gjize (involtino ripieno di ricotta), kulac (ciambella), petulla (frittelle), nucia (ha la forma di un fantoccio con un uovo che raffigura il viso).

Offerte estate 2015 in Calabria, le buone occasioni da prendere al volo